Nino Galloni: perché la sinistra non fa più la sinistra?

svolta economia sinistra

Sono diverse decadi che la sinistra ha smesso di fare politiche tipicamente da considerarsi di sinistra, per promuovere invece un neo-liberismo mascherato e, al massimo, edulcorato. Il fenomeno non è circoscritto all’Italia, o alla sola all’Europa, ma è di portata intercontinentale e abbraccia praticamente tutti i regimi democratici e quelli ex comunisti.

Cosa lo ha provocato? Ne parla Nino Galloni in questa seconda puntata della rubrica “Economia Organica” su MRTV Italia.

L’analisi prende avvio da un articolo di Pardo su Affari Italiani in relazione al discorso di Enrico Letta in occasione dell’insediamento alla segreteria del PD che non rappresentava le ideologie di sinistra. Da questo spunto di riflessione proposto da Roberto Hechich, prende avvio la descrizione di quanto viviamo oggi. La partenza all’inizio degli anni ottanta del secolo scorso.

L’analisi di Nino Galloni

“Quando vogliamo parlare di sinistra, con una sufficiente approssimazione (non possiamo pretendere di approfondire troppo) e con una ragionevole astrattezza (non possiamo né pretendere di fare voli pindarici né limitarci alle cose troppo banali), occorre sempre tenere presente che la sinistra, soprattutto in Italia, dove ha avuto un certo peso, si è sempre divisa fondamentalmente in due componenti che non sempre hanno collaborato. Quando hanno collaborato sono state grandi affermazioni, sennò ci sono state esperienze di varia natura.

Allora, quali sono queste due componenti? C’è una componente che, usando un termine desueto, sarebbe rivoluzionaria e c’è una componente, usando un altro termine desueto, riformista. Quella più rivoluzionaria aveva come punto di partenza il concetto di coscienza di classe, che è importantissimo, e di consapevolezza collettiva. Quella più riformista, invece, cercava anche attraverso delle opportune alleanze di varia natura, di migliorare in modo anche decisivo le condizioni di vita dei lavoratori delle classi lavoratrici, che erano la grande massa di popolazione tra industria e agricoltura.”

Inizia così l’analisi di Nino Galloni.

Leggi anche l’articolo relativo alla prima puntata di Economia Organica.

Articolo di Serena Pattaro

Per le vostre segnalazioni scriveteci a triveneto@movimentoroosevelt.com – Movimento Roosevelt Triveneto è il blog dei cittadini del Triveneto. Indicateci fatti, problemi, iniziative sul territorio. Vogliamo dar voce a voi.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram

Iscriviti al Movimento Roosevelt

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram