Colli Euganei - foto di Fabio Quadrini

I colli, la pianura verso il mare,
quel scorrer lento di storie
e di passioni, dove la terra
vestigia d’osterie
racconta di tavole imbandite,
di pollastri e faraone ai ferri rosolate
tra il vociare d’allegri commensali,
dove il raboso ha riscaldato il sangue.

Gli Euganei paesaggi “contadini”
accordo soave mai sbiaditi
nel correre del tempo,
e come quadri adesso vi ritrovo
alle pareti che attendono la festa,
per dare voce adesso come ora
alle gesta scherzose della gente.


È un riso… contagioso,
l’allegro sorridere con gusto
davanti a questi bisi e del raboso
che di nuovo ha riscaldato il cuore
dell’essere qui, ora
moderna fattoria che mai scorda
la terra vestigia d’osteria antica.

Poesia di © Stefano Caranti

La poesia, che ha ricevuto un riconoscimento, è stata scritta nel 2014 in occasione del concorso di poesia e prosa a tema “Cultura e tradizione a tavola” in occasione del 75° anniversario della fondazione dell’Istituto Alberghiero “Pietro d’Abano”.

Stefano Caranti

Stefano Caranti è nato a Imola (BO) nel 1965, vive a Santa Maria Maddalena (RO), è poeta, videopoeta, videomaker, scrittore e regista. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti e spesso è chiamato a fare da giurato in concorsi poetici e videopoetici nazionali e internazionali. Le sue composizioni sono state inserite e recensite in diverse antologie nazionali, internazionali e riviste, alcune tradotte in greco, spagnolo e serbo. A gennaio 2020 diviene Co-Fondatore di WikiPoesia, la nuova enciclopedia dedicata al mondo della Poesia contemporanea, dei poeti e dei premi di poesia che si tengono ogni anno in Italia.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram

Iscriviti al Movimento Roosevelt

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram