Diritti e doveri del cittadino: ne conosciamo il significato?

Diritti e doveri del cittadino: ne conosciamo il significato? Essere cittadini è mantenere l’attenzione costante sul valore dei propri diritti, ma ancor prima sul rispetto dei doveri. Cosa sono i diritti e i doveri? La definizione ci aiuta alla comprensione:

  • Diritto: ciò che è ragionevole, giusto, retto, onesto. Da dirigere, dare una direzione, regolare;
  • Dovere: obbligo morale; potere di formare.

Ogni cittadino diviene tale quando equilibra le azioni di diritti e doveri. A volte i diritti diventano doveri e i doveri divengono diritti. Il mio diritto alla libertà di espressione diviene il dovere di dire la verità e di assicurare tale diritto a ogni cittadino; il dovere a concorrere alle spese pubbliche diviene il mio diritto a una economia familiare dignitosa e a un lavoro adeguatamente retribuito.

Non vi sono molte differenze tra diritti e doveri, essi esprimono solamente la legge di dare e avere, l’equilibrio che consente il bilanciamento nell’essere liberi. Uniti sotto un’unica bandiera indicante la libertà, l’equità e la fraternità indica l’incarnate i principi universali dei diritti umani:

“Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”, Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Incarnate l’idea che vi rappresenta, ispiratevi a chi prima di voi lo è stato.

«Io non dimenticherò mai l’uomo e il significato che ha avuto per me», Evey Hammond (dal film V per Vendetta).

Articolo di Serena Pattaro

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram

Iscriviti al Movimento Roosevelt

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram