Il Paradosso del Cibo: Covid e Consumi alimentari

paradosso del cibo

Nel 2020 la situazione pandemica ha indotto paradossalmente a un aumento del consumo alimentare nonostante la chiusura delle attività di ristorazione e delle attività turistiche. Stiamo, dunque, parlando di una parte economica in controtendenza e questa volta non si tratta della finanza, ma del settore primario: l’agricoltura.

In questa video-intervista per Movimento Roosevelt Triveneto dialoghiamo con Rossano Fontan, direttore del Mercato Ortofrutticolo di Lusia, una piccola realtà veneta in provincia di Rovigo, ma già nota in passato in tutta Italia per la sua peculiarità. Il mercato ha chiuso il bilancio 2020 in positivo e in aumento rispetto il 2019. Perché un settore sempre in rincorsa ha avuto questo positivo epilogo? In realtà non si tratta di aumento del prezzo come molti potrebbero pensare; un aumento del consumo alimentare casalingo può essere stato determinato dalla chiusura delle attività di ristorazione, ma ha spinto gli italiani a scegliere una qualità del cibo superiore. Il Mercato di Lusia lavora principalmente con le catene di distribuzione alimentare, non direttamente con il settore turistico e di ristorazione.

Sembra, inoltre, che, nonostante la mancata presenza alle due fiere più importanti (Macfrut di Rimini nel 2020 e Fruit Logistica di Berlino nel 2021) per il Mercato Ortofrutticolo di Lusia, questo non ne abbia risentito in termini di traffico commerciale.

Cosa ci prospetta il 2021 in termini di consumo alimentare?

Scopriamo, dunque, tutto questo nella video-intervista di Serena Pattaro e Roberto Hechich a Rossano Fontan.

Ringraziamo Rossano Fontan per aver accettato il nostro invito.

Buona visione.

Articolo di Serena Pattaro

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram

Iscriviti al Movimento Roosevelt

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram